Il verso su lepre è stato lanciato da vodka di bevande e lospite

UOMO BEVE 1 LITRO DI VODKA IN 15 SECONDI!!!

Sale di chetvergovy per cura di alcolismo

Di Alexandru ero amico e gli volevo bene. La nostra non era unamicizia nata nellinfanzia o nelladolescenza: ci eravamo conosciuti quando entrambi eravamo in eta avanzata quindi non avevamo ricordi, piccoli segreti od esperienze da condividere. Tranne una vacanza passata nella mia splendida Firenze. Era allora piacevole sederci sulle panchine di Piazza Santa Croce, della quale lui si era innamorato e che per me era colma di ricordi dinfanzia e di gioventu. Era bello starcene li, centellinando il gusto di un gelato del Vivoli, a discutere di politica e raccontarci vicendevolmente le storie che avremmo voluto scrivere.

Lui a breve scadenza, io una volta o laltra. Lo facevamo spesso anche a Cluj, seduti ad un tavolo della sua caffetteria abituale oppure davanti ad una pietanza italiana accompagnata da una bottiglia di buon vino. Quandera possibile duna di Barbera della sua marca preferita.

Perche quella cosa avevamo in comune: il raccontare storie ci piaceva. Storie di pura fantasia ma sempre ambientate in una cornice reale, fossessa passata o presente. Lui lo faceva col grande talento di scrittore affermato, io con quel poco che puo avere un modesto giocoliere di parole.

Il resto avrebbe potuto potenzialmente dividerci: io sono uno strano esemplare di comunista, lui aveva altre opzioni. Tuttavia il suo anticomunismo non mi disturbava perche aveva come bersaglio le contraddizioni, le pratiche ed il grottesco di liturgie che anchio, da un opposto punto di vista, non mi peritavo di criticare; da parte sua lui comprendeva che il mio comunismo era ormai quasi uno stato dellanima, poco piu di una testimonianza.

Ci capivamo. Mi sono il verso su lepre è stato lanciato da vodka di bevande e lospite ancora altre volte su di una panchina di Santa Croce, da solo ed in compagnia di altri, ma la piazza sulla quale ho dato i primi calci ad un pallone fatto di stracci e con altri ragazzi spingevamo con le dita dei poveri tappini di bottiglia con incollata la foto del nostro ciclista preferito illudendoci di correre assieme a lui il Giro dItalia od il Tour de France pare non abbia piu lo stesso fascino.

Anche a Cluj mi trovo ad evitare di porre lo sguardo dentro allelegante caffetteria del centro per non avere limpressione di trovarla vuota. Ad Alexandru Vlad, che troppo presto ci ha lasciati, dedico questa piccole storie. Riposa in pace, caro amico!

Non mi mancava che questa! Che diavolo debbo fare? Gia, il premio di maggioranza da far scattare, nonostante le accuse e lostruzionismo dellopposizione. Ed anche lo storcer di bocca di alcuni uomini della coalizione governativa. Ma lui, per il momento, non poteva far nulla, solo aspettare larrivo della moglie per affidarle la bottega che, senza rendersene conto, misurava a passi nervosi in tutta la sua larghezza.

Saluto a malapena il figlio del giornalaio che faceva la gita dei clienti, poi spalanco i due giornali il verso su lepre è stato lanciato da vodka di bevande e lospite banco. Sia Il popolo che La nazione, nelle rispettive rubriche elettorali annunciavano il comizio del sottosegretario, on.

Panzapiena, che avrebbe parlato nel loro capoluogo municipale la domenica successiva, alle ore 16,00 precise. Sua Eccellenza e prevista arrivare nella vostra frazione verso le 11, Vi preghiamo organizzarle una calda manifestazione daccoglienza e un pranzo di lavoro con le persone piu influenti della vostra comunita, vicine al nostro Partito.

Facile a dirsi. Ma piu difficile a farsi nel giro di tre giorni. Decise di consigliarsi col suo vice, il prof. Stomaconi, direttore didattico prestato alle scuole elementari ed appena la moglie varco la soglia della bottega le sventolo sotto gli occhi la missiva.

Guarda un po in che razza di casini sono le disse. Sbrigatela da sola dietro il banco che io faccio un salto alle scuole Inforco la bicicletta e dopo cinque minuti era seduto davanti al suo vice che stava leggendo la lettera.

Proprio domenica che volevo andare a Firenze alla partita! E lo dici a me che volevo andare a pescare. Pazienza: pallone ed ami da pesca, per quella domenica, sarebbero andati in cavalleria. Ma che fare per laccoglienza e per il pranzo?. La prima cosa da fare e parlare con loste e riservare il ristorante. Non possiamo rischiare di lasciare il sottosegretario a digiuno. Quante persone potremmo raccattare?. Il dottor Mangione fece mentalmente due conti.

Scrivi disse al professore Tu ed io, Tagliavacca il giornalaio. Il maestro Bevivino della Filarmonica; lavvocato Mangiabene, che anche se abita in unaltra frazione fa capo a noi. Per far numero potremmo invitare anche don Andrea ed il brigadiere dei carabinieri che, casomai, acchiapperemo allultimo momento.

Portargli a tavola una decina di contadini non avrebbe senso. Siamo gia in sette, e abbastanza!. Hmm annui il professore. Poi dovremo parlare con don Andrea per laccoglienza. Gli facciamo mettere assieme un po di adulti dellAzione Cattolica, una decina di scout e Figlie di Maria con una bandierina in mano Viene il verso su lepre è stato lanciato da vodka di bevande e lospite mangiare a sbafo lui ed il brigadiere non possiamo farli pagare!

Dici bene. E non dobbiamo dimenticare di dire a Bevivino di uscire fuori con i suoi strumentisti. Gli facciamo intonare Biancofiore e Fratelli dItalia.

Linno nazionale fa sempre un certo effetto!. Daccordo su tutto i due passarono allazione. Cominciando dallosteria. Rino, loste, stava pulendo il banco delle mescite e fu meravigliato di vedere il farmacista ed il direttore didattico cosi di prima mattina. Si domando cosa mai potessero volere. Di mangiare di sicuro non era il il verso su lepre è stato lanciato da vodka di bevande e lospite e, quanto ad una mescita di vino, non erano loro quel tipo di clientela.

Magari un bicchiere venivano a farselo, ma mai prima del tardo pomeriggio ed in occasioni particolari. Buon giorno, Rino dissero sorridenti. Buongiorno a lorsignori rispose loste.

A cosa debbo lonore?. Fai tre caffe e mettiti al tavolo con noi. Cosi discutiamo Rino rispose che era dolente, ma il suo esercizio non era il bar e lui, la macchina del caffe, non laccendeva fino allora di pranzo. Anche un vinsantino va bene replico accomodante il farmacista.

Non appena le tre mescite furono posate sul tavolo e Rino seduto accanto a lui, il prof. Stomaconi inizio a sfoggiare tutta la sua diplomazia.

Caro amico esordi sappiamo che sei un gran cuoco, sprecato in una frazioncina come la nostra. Ma ora abbiamo bisogno di tutta la tua arte!. A disposizione. Professore e farmacista si guardarono negli occhi e questultimo tiro fuori dalla tasca la lettera su carta intestata della Democrazia Cristiana.

Non si puo fare esclamo loste dopo il verso su lepre è stato lanciato da vodka di bevande e lospite letta. Mi dispiace tantissimo ma domenica ho il locale gia impegnato. Con chi? Ma in che mondo vivete, signori? E una settimana che se ne parla, la frazione e incartata di manifesti e voi mi domandate con chi? Con i comunisti. Al mattino hanno il comizio di Ingrao, che poi prosegue per Firenze. Hanno prenotato per una ventina di persone: mi riempiono il locale!.

A questa notizia il farmacista si senti rinfrancato. Sono tanti disse staranno stretti in bottega! Il professore capi al volo dove il suo collega volesse arrivare, ed intervenne: E una bella primavera, calda Mettili nel giardino dove fai le serate danzanti nel corso dellestate.

E bello grande, ci staranno comodi!. E sopratutto non ci disturberemmo a vicenda: loro entrererebbero dalla piazza, noi dalla strada. Non ce verso dincontrarci, almeno di non volerlo! Rino si passo le mani sugli occhi nella speranza, dopo quelloperazione, di vederli meglio ed osservare se sui loro volti ci fosse qualche traccia di ironia. Perche non sapeva se dicevano sul serio nella speranza di risolvere il il verso su lepre è stato lanciato da vodka di bevande e lospite o stessero prendendolo per il culo.

In giardino, avete detto?. E perche no? E bello, gli alberi stanno fiorendo Allora davvero mi prendete in giro E perche? Ed anche il farmacista sembrava il ritratto della buona fede. E se piove davvero?.